Amore & Storie di Vita | Seduzione | La vostra posta | Racconti

MEGLIO LASCIARE PERDERE “LE GATTE DA PELARE”

IL LETTORE CON IL BLOCCO DELLO SCRITTORE. LA RELAZIONE SENTIMENTALE SOLO A CERTE CONDIZIONI, SENNÒ AMEN. DELLE VOLTE È MEGLIO:”NIENTE TRIPPA PER GATTE”

LA MAIL

Ciao JeanClaude ,
sono Andrea, un ragazzo che ti scrive da Taranto.

Leggo sovente il tuo sito e mi piace l’anima schietta e decisa che infondi a questo spazio e spero che tu possa continuare così, a parlare ‘senza peli sulla lingua’.

Io ho 38 anni, sono un operaio che tempo fa aveva l’hobby della poesia. Tempo addietro un noto critico aveva letto alcune cose che avevo scritto e non gli erano dispiaciute affatto… purtroppo poi non se n’è fatto più nulla perché mi è mancato il coraggio e non ho pubblicato più nulla… Ma a te è mai capitato di tirarti indietro e di non pubblicare più nulla?

Un’altra cosa… Sembra quasi che la mia vita si sia fermata. Vedo altri che si sposano, hanno figli, si lasciano, si riprendono e io resto sempre solo. Che questo sia il mio destino? Ho appena terminato una storia di tre anni con una donna che poi mi ha piantato in asso per uno che vale veramente poco. Per te un uomo deve per forza avere una compagna o si completa con se stesso? Certe volte mi sembra che possa essere la scelta migliore (restare solo), da me stesso non rimango mai deluso.

Penso che se mi dovessi mai accasare, sicuramente vorrei una storia con una donna importante, che mi faccia vivere delle emozioni non dico da film, ma che  non ci si voglia solamente bene.

Per me il sentimento per una donna è la cosa più bella che esista, e penso che non valga la pena di disperderlo con ragazze di scarso valore. Ai posteri l’ardua sentenza.

Grazie per rispondere alle mie domande, un abbraccio.

Andrea

 

 


LA RISPOSTA ALLA MAIL


“Ciao Andrea,

Che bello leggere la tua lettera: è leggera e scanzonata, un piccolo bon bon per addolcire l’amaro che riserva il nostro vivere quotidiano. Sei un collega (scrittore) e  sei anche pugliese (la Puglia è la mia terra d’adozione), una combinazione che mi accende di entusiasmo: ti rispondo in direttissima.

Rispondo ai tuoi quesiti. Io mi ‘vergogno’ tantissimo di ciò che scrivo, ho un terrore paralizzante del giudizio di terzi. Ma questo non frena la mia voglia di scrivere, che vince sempre e continuerà a farlo, sulle mie paure.

Ma è anche vero che la paura è utile, ti allerta quando una situazione è a “rischio” e ti frena quando potresti commettere un errore decisivo.

Tu pensa se da domani fossero tutti coraggiosi, tutti cogliessero le occasioni al volo: scommetto che il mondo non sarebbe migliore di adesso. Non esisterebbero più le opportunità, non esisterebbero più quegli errori necessari a maturare la nostra persona.

Mi chiedi se anch’io mi blocco davanti a delle ghiotte opportunità.

Sì,  c’è un’opera tra quelle che ho scritto che è già pronta ad essere commercializzata, ma non riesco proprio a pubblicarla. Sono bloccato da vari fattori, te li descriverò nell’allegato della mia mail di risposta in privato.

Sono aspetti che solo chi scrive può comprendere, gli altri sono tagliati fuori da questo “sentire” che l’artista vive, quando compone le sue frasi nella solitudine.

Sì, lo scrittore è un po’ un animo solitario che ha bisogno costantemente dell’interazione con le persone per poter ascoltare il proprio mondo interiore. Ma io onestamente mi stufo subito degli altri, è molto difficile che mostro attaccamento: quelli che frequento sono di conseguenza “i Top”.

La relazione sentimentale. Condivido al 100% quando scrivi: “Per me il sentimento per una donna è la cosa più bella che esista, e penso che non valga la pena di disperderlo con ragazze di scarso valore“. Hai fatto centro. Ma io non disperderei nemmeno il mio fiato con un certo tipo di donne.

Prevengo la perdita di fiato facendo capire immediatamente che “non c’è trippa per gatte”. Così la “gatta” giusta e decisa sa già chi  e cosa vuole e come prenderselo. Tu fino adesso hai dato da mangiare alle “gatte sbagliate”, ora basta. Cambia genere, e se non vorrai più una compagna, prenditi un bel cane che delle volte cura molto di più la solitudine di una moglie. Ci sentiamo.

Jean Claude 

 

 

 

JOHANNESFALCO INSTAGRAM • SEGUI 


Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Invia