Amore & Storie di Vita | Seduzione | La vostra posta | Racconti

SEDUCTION THERAPY APRILE 2019: PARLIAMO DI MECCANISMI DI DIFESA DELL’UOMO

LE DOMANDE DELLE LETTRICI: JEAN CLAUDE RISPONDE A RUOTA LIBERA SUI MECCANISMI DIFENSIVI DEGLI UOMINI

Chivasso, Italia – Rieccoci a parlare dei nostri argomenti dopo un mese e mezzo di Stand by in cui mi sono preso una pausa terapeutica dal Blog 😊 Sebbene io sia molto affezionato a questa attività e alle mie lettrici, ho notato che delle volte seguire troppi casi contemporaneamente mi fa uscire un po’ fuori di testa… e quindi c’era bisogno di uno stacco per ripartire con la mente spensierata.

Il blog nel frattempo non si è fermato, ma anzi, ha ricevuto ancora più consensi, si è diffuso in ancora più paesi, è stato tradotto in ancora più lingue, insomma, è stata una pausa benefica. Nel frattempo ho scritto anche un libro che mi aspetto che acquistiate, dal titolo “L’AMORE SOPRA LA PAURA”, che non è uno di quei romanzi pallosi, ma un’edizione tascabile di racconti, poesie, e riflessioni interessanti, concepito per un target femminile di tutte le età. Presto ne saprete di più. Ma veniamo alle nostre “cose” che trattiamo su johannesfalco.com

 

L’ARGOMENTO DEL GIORNO: CHE COSA SONO  I MECCANISMI DI DIFESA ANTI-COINVOLGIMENTO PRESENTI NEL MASCHIO

Ti sarai  sicuramente accorta che nonostante l’attrazione concreta (lui ti guarda spudoratamente) il feeling preesistente, i suoi sguardi, atteggiamenti e focus sono rivolti completamente su di te: eppure lui non si fa avanti, ancora sta sulle sue. Non gli piaci abbastanza? La tua attrazione non è ancora sufficiente? Diciamo che ovviamente andrebbe esaminato ogni caso singolo, ma in linea di massima possiamo affermare che l’89% degli uomini presentano dei meccanismi di difesa che ti faranno sudare in seduzione.

Anche se gli sei entrata nella testa, lo senti che ti desidera, questo allarme nell’inconscio maschile lavora contro di te e non ti permette di ottenere ciò che desideri: che lui sia coinvolto da perdere la testa per te. Allora che fare? Meglio lasciar perdere? Mah,  non è una situazione difficile, basterebbe solo avere due dritte giuste per disinnescare il suo sistema difensivo. E io sono qui proprio per questo.

Facciamo subito chiarezza con un esempio concreto: dentro all’uomo è come se ci fosse un “No” inconscio dettato dalla sua razionalità che domina le pulsioni sessuali. È come se esistesse un software di controllo dentro di lui che non ti permette di sedurlo e quindi devi imparare ad hackerarlo. 

Questo è possibile solo se agisci su più livelli percettivi e quindi non solo sul canale visivo (sguardi, fisico, abbigliamento). Questo può aiutarti, ma devi associare più stimoli per vincere le sue resistenze. Oltre a farti notare devi parlare e saper cosa dire, mettere le parole giuste al posto giusto, devi avere il tono di voce giusto e trasmettere le emozioni giuste. Quindi sedurre non è una cosa così scontata, ma soprattutto non è per tutte, ci vanno osservazione, ricerca, studio, competenza, applicazione e problem solving.

 

COME COMPORTARSI SE LUI NON TI DA ATTENZIONI

Simona mi parla di un uomo che la guarda con occhi infuocati da lontano e da vicino la ignora. Partiamo dal presupposto che la realtà esterna viene rielaborata dal nostro percepito (interiore) e compresa da ognuno in modo differente. Cosa significa questa frase così difficile? Che probabilmente le attenzioni da parte sua potrebbero esserci, ma magari non raggiungono i tuoi standard di aspettative e dunque tu non le vedi subito e te le devono riferire le amiche con le loro “visuali periferiche.”

Ma di per sè, già il suo fissarti mentre parli con altri uomini mentre con lo sguardo si mostra incazzato, per me è già una micro attenzione, perché mostra gelosia ed emotività. Anche farsi trovare (tutti i giorni) davanti al luogo dove lavori è una grossa prova di attenzione nei tuoi confronti, che sarebbe da valutare con una scala da 1 a 10 (perché l’interesse non è come credete voi donne, cioè che o è bianco o è nero) per capire a che punto sei con l’attrazione.

Quando avrai compreso a che punto sei col lavoro, potrai capire se dovrai fare un intervento più “invasivo” (ovvero farti sotto) o meno invasivo (sguardi, ammiccamenti, farti trovare nei posti).

 

FARMI TROVARE NEI POSTI DOVE C’È LUI LO SEDUCE?

Innanzitutto ciao Cinzia. Se ho capito bene tu ti fai trovare negli spazi in cui è lui (accorciando le distanze con una marcatura a uomo vera e propria). Allora questa può essere una buona strategia se ti vuoi fissare nella testa dell’obiettivo, ma non può essere considerata un’azione risolutiva. Così facendo gli alzi la temperatura dell’attrazione, ma ricordati che siamo fatti anche di logica e che soprattutto il cervello potrebbe dirgli “non approcciarla”. Per disinnescare anche questo ultimo meccanismo devi rompere il ghiaccio con una scusa e parlargli, cosicché la tua attrazione possa essere su tre canali: “visiva – uditiva – cinestetica” (questo te lo spiegherò in seguito).

 

SEDURRE UN UOMO CHE NON SI FA AVANTI

Ciao Federica. Mi parli di un cliente che viene nel [esercizio commerciale] che sembra  fottersene ma che ogni tanto fa qualche complimento piccante. Tu ti chiedi perché di questi exploit di complimenti… Penso che siano dovuti a delle “vampate” di attrazione latenti, cioè a lui piace il tuo fisico ma non te lo dice sempre per non sembrare un rompicoglioni. Ma il complimento piccante gli esce perché dentro ci sono dei pensieri di un certo tipo… ci siamo capiti.

Innanzitutto per sedurre ci va una chiarezza di intenti da parte tua, cioè se tu vuoi sedurre o meno, per quale motivo e in quanto tempo preventivato. Difatti la maggior parte delle seduzioni salta perché manca la “programmazione di seduzione” seppur l’attrazione non manchi. Stabilite queste cose, non fossilizzarti sugli sguardi ma cerca di creare empatia, che è il modo più veloce per disinnescare il meccanismo di difesa dell’uomo.

 

Per altri quesiti scrivetemi in privato… non posso svelare tutto in chiaro.

 

A presto 

Jean Claude

 

Codice di sicurezza:
security code
Inserire un codice di sicurezza.:

Invia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.